Vuelta 2018 Cistierna – Les Praeres Nava 14°Tappa: il pronostico e dove vederla. Sabato 8 settembre 2018 ore 12.55

Per il ciclismo basco quella di oggi è una pagina per certi versi storica: a sette anni dall’ultima volta, una squadra della regione e con in marchio Euskadi in bella evidenza torna a vincere sulle strade della Vuelta a España. Nel 2011 era stato Igor Antón a regalare alla storica Euskaltel-Euskadi il successo in mezzo alla folla di Bilbao, due anni dopo la mitica squadra in maglia arancione ha chiuso i battenti e adesso sta lentamente provando a prendere il suo posto la Euskadi Basque Country-Murias, formazione che ha debuttato proprio in questo 2018 e che alla sua prima partecipazione alla Vuelta è subito riuscita a cogliere una vittoria che per molti è abbastanza inaspettata.

L’eroe del giorno si chiama Óscar Rodríguez, 23enne originario di Burlata in Navarra, che ha scelto bene il teatro della sua prima vittoria in carriera da professionista: approdato l’anno scorso alla Euskadi-Murias quando ancora era una formazione Continental, quest’estate Rodríguez aveva dimostrato una certa attitudine per le gare a tappe ed i percorsi impegnativi disputando una dignitosissima Volta a Portugal dove era finito ventesimo nella generale.

In classifica generale resiste al comando Jesús Herrada, anche se lo spagnolo della Cofidis ha visto ridursi drasticamente il proprio vantaggio: Simon Yates è ancora secondo ma a 1’42”, Nairo Quintana è salito al terzo posto a 1’50”, poi c’è Alejandro Valverde a 1’54”, Miguel Ángel López a 2’23”, Rigoberto Urán a 2’33”, Ion Izagirre a 2’35”, Tony Gallopin a 2’40”, Steven Kruijswijk a 2’44” ed Emanuel Buchmann a 2’47”, per rimanere solo alle prime dieci posizioni. Classifica ancora cortissima tra i favoriti, ma domani c’è l’inedito arrivo in salita a Les Praeres, una rampa ancora più micidiale di quella di oggi con 4 chilometri al 12.5% medio.

Non sarebbe una Vuelta by Guillen senza una tappa con arrivo su un muro inedito accolto come “il nuovo Angliru”, “la nuova Camperona” e via dicendo. Quest’anno è la volta di Les Praeres, prateria nel Peñamayor dal grande interesse floristico e geologico. Il menù è il solito, con lunghezza ed altitudine ridotte e pendenze da far perdere il fiato: pendenza media del 13% con i primi due chilometri e mezzo al 15% e punte del 21% verso la fine. Anche qui l’avvicinamento è reso più complicato dalle tre non lunghe ma difficili asperità che portano alla salita finale: Colladona e Mozqueta sono entrambe all’8% di media.

Ecco i nostri favoriti per la tappa di oggi: Miguel Angel Lopez (COL) è il nostro favorito per vittoria e piazzamento poi Simon Yates (GBR) e Nairo Quintana (COL). Le nostre due sorprese? Rafal Majka (POL) e Davide Formolo (ITA)

(Visited 14 times, 1 visits today)

1 COMMENT

Comments are closed.