Tour de France 12°tappa Bourg Saint Maurice – Alpe d’Huez. Il pronostico e dove vederla. Giovedì 19 luglio 2018 ore 12.25

Giorno di verdetti, sia pure sommari, al 105/o Tour de France di ciclismo, che oggi ha consumato l’11/a tappa, la seconda consecutiva sulle strade alpine. La corsa è partita da Albertville e si è conclusa in cima a La Rosière, dopo 108,5 chilometri di pura battaglia, allunghi, attacchi, crolli e rovesci clamorosi, soprattutto nella classifica generale. Adesso lo scettro del comando è nelle mani del gallese Geraint Thomas, ma in realtà è tutto il Team Sky che ha preso in mano il comando delle operazioni, dal momento che il capitano Chris Froome si è posizionato alle spalle del nuovo capoclassifica della generale. L’impressione è che lo squadrone inglese, quest’anno al Tour, voglia prendersi tutto, non solo la maglia gialla. La frazione odierna, come era prevedibile, non ha definitivamente indicato il nome del possibile trionfatore a Parigi, ma può avere scritto la parola fine sulle ambizioni da podio di più d’un corridore. Che d’ora in avanti, salvo clamorosi e imprevisti rovesci, la lotta sia aperta dal terzo posto in giù della generale, sembra più di un’ipotesi campata in aria. Sulle strade alpine, dove ieri si era esaltato, difendendo con grandissimo onore la maglia gialla e anzi rimpinguando il proprio vantaggio sugli avversari, è crollato il belga Greg Van Avermaet, letteralmente alla deriva quando la strada si è impennata: l’olimpionico su strada a Rio è giunto 71/o, con un ritardo di 22’23”.

Nibali ha limitato i danni, giungendo sul traguardo a 59″ da Thomas e a 39″ da Froome: adesso in classifica si trova a 2’14” dal gallese, ai piedi del podio del Tour, che è occupato nell’ordine dallo stesso Thomas, da Froome e Dumoulin.

12°tappa Bourg Saint Maurice – Alpe d’Huez presentazione

Gpm: Col de la Madelaine (2000 m-25.3 km-6.2%-HC) km 53.5, Lacets de Montvernier (782 m-3.4 km-8.2%-2a cat.) km 83, Col de la Croix de Fer (2067 m-29 km-5.2%-HC) km 121, Alpe d’Huez (1850 m-13.8 km-8.1%-HC) km 175.5

Il Tour saluta le Alpi con un grande classico, che torna sulla scena dopo tre anni. Ma prima di scalare l’Alpe d’Huez i corridori ancora in gara sono chiamati ad un su e giù in zona 2000 metri di altezza, con la partenza da Bourg Saint Maurice. La prima salita nel menu è l’interminabile Col de la Madeleine, con i suoi 25 km che chiamano ad uno sforzo ben superiore all’ora di gara. Discesa lungo la valle della Maurienne inframezzata dalla scenografica salita dei Lacets de Montvernier e spazio al Col de la Croix de Fer: salita irregolare (e non può essere altrimenti, dati i 29 km dalla base), con gli ultimi 6 km sopra il 7.5%. Dal gpm rimangono 40 km fra discesa (29) e pianura (11) fino a La Ferrière, dove inizia quel carosello infernale con 21 tornanti chiamato Alpe d’Huez. Quasi 14 km di asperità fra tantissimo pubblico, probabile caldo e tanta adrenalina: la fase iniziale è quella più complicata assieme al decimo km. Negli ultimi 3 km al 5% i giochi saranno sostanzialmente fatti. Tappa da seguire assolutamente. CICLOWEB

12°tappa Bourg Saint Maurice – Alpe d’Huez il pronostico

Ieri molte delle squadre, e dei loro capitani, che erano attesi in cima alla Roserie, hanno tenuto una tattica di corsa a tratti inconcepibile. Ultimo appuntamento sulle Alpi e vediamo la rosa dei nostri cinque preferiti per la tappa di oggi: Chris Froome (GBR) è il nostro favorito per la tappa di oggi, pagato @3.00 al picchetto. Poi Nairo Quintana a @8.00 mentre il bis di Thomas è pagato @9.00. Un paio di sorprese? Nibali, nonostante tutto ha retto bene su un terreno non adattissimo alle sue qualità, la vittoria è offerta a @21.00 e chiudiamo con Rafal Majka (POL) a @15.00

Per il piazzato scegliamo Froome.Registrazione bwin
bwin.it Sportsbook

 

(Visited 12 times, 1 visits today)