MotoGP Aragona: il pronostico e dove vederla, Motorland Aragón, Alcaniz (Spagna) domenica 23 settembre, ore 14:00

Il mondiale ha preso una piega molto favorevole a Marquez e alla sua Honda, con le Ducati di Dovizioso e Lorenzo unici argini a una vittoria che sembra già profilarsi. Il Gran Premio d’Aragona potrebbe ampliare il gap tra il campione del mondo in carica e gli inseguitori, il primo dei quali è Andrea Dovizioso e dista 67 punti.

Le quote del GP Aragona

Ancora una volta è lui, Marc Marquez, il favorito della corsa. Lo spagnolo si gioca a 2.25, mentre Jorge Lorenzo (sfortunato e un po’ imprudente a Misano) lo segue a 3.00.

A questo punto sembra davvero invitante la quota di Andrea Dovizioso, offerto a 5.00 ma vincitore dell’ultima gara, proprio a Misano. Il fatto di trovare Vinale a 8.50 e Rossi a 10.00 dice che le gerarchie in Yamaha potrebbero essere ormai ribaltate, ma la casa di Iwata è in grossa crisi. Interessante il 29.00 di Cal Crutchlow, autore di una gara gagliarda a Misano e – in generale – apparso in netta crescita nelle ultime uscite.

GP Aragona, cosa può succedere

Con una gara in meno in calendario e gli avversari che si alternano al suo inseguimento, Marc Marquez prosegue la sua caccia al titolo numero 5 in carriera in MotoGP. Il leader del mondiale deve guardarsi praticamente dal solo Dovizioso, poiché Lorenzo si è quasi autoescluso da propositi di rimonta, dopo la caduta degli ultimi giri a Misano, e le Yamaha continuano a far segnare “assente” dai podi e dalla lotta per la vittoria.

Rimane solo la Ducati, che ha ritrovato in pieno Andrea Dovizioso. Il forlivese ha la possibilità di togliersi un’altra soddisfazione, avvicinare la casa di Borgo Panigale alla Honda nella classifica costruttori e riportarla ancora al successo dopo tanto tempo. A Misano la rossa non vinceva dal 2007 con Casey Stoner, in Aragona è dalla prima edizione (2008) che la Ducati non finisce davanti a tutti. Anche allora c’era Stoner in sella…

Capitolo finale dedicato alla Yamaha. Che l’annata fosse irrimediabilmente buttata via si era capito ormai da un po’, adesso Rossi sembra aver perso brillantezza ed entusiasmo ma non è da lui, anche se il mezzo che guida non vuol saperne di essere competitivo e viene superato persino dalla Suzuki.

Il GP sarà visibile in diretta su Sky Sport MotoGp (canale 208) ed in differita su TV8

(Visited 23 times, 1 visits today)