Critérium du Dauphiné 2018 Prologo: il pronostico e dove vederla. Domenica 3 giugno 2018 a partire dalle ore 12.00

La corsa scatterà con un prologo a cronometro di 6.6 chilometri, ma non sarà l’unica prova contro il tempo che i corridori dovranno affrontare in questa edizione: mercoledì, infatti, ci sarà una cronometro a squadre di 35 chilometri che sicuramente influenzerà il risultato finale in classifica generale. In mezzo ci saranno due tappe, il cui percorso può aprirsi a diverse soluzioni: sulla carta sono le uniche occasioni per i pochi velocisti presenti, ma non sarà facile tenere il gruppo completamente compatto tra fughe e attacchi sulle tante salitelle in programma. Le ultime quattro tappe saranno tutte con arrivo in salita: caratteristiche diverse, ma attenzione soprattutto alle frazioni di La Rosière e di Saint-Gervais, brevi ma ricche di salite e che quindi potrebbero prestarsi ad azioni spettacolari anche da molto lontano.

Per quanto riguarda i favoriti per la vittoria di questo Critérium du Dauphiné, i bookmakers indicano una lotta a tre con il britannico Geraint Thomas insidiato abbastanza da vicino da Romain Bardet ed Adam Yates: il gallese della Sky avrà una squadra forte al suo fianco con Kwiatkowski e Moscon, il francese dell’AG2R potrà contare su un validissimo scalatore come Pierre Latour, mentre il britannico della Mitchelton-Scott è reduce da un buon California e potrebbe essere leggermente più avanti di condizione rispetto agli altri. Sulla carta partono leggermente sotto Vincenzo Nibali e Daniel Martin: lo Squalo dello Stretto solitamente preferisce non curare troppo la classifica in questo tipo di gare ma sarà più facile che si testi a fondo in una o due frazioni al massimo, l’irlandese della UAE Team Emirates invece avrà forse l’handicap della cronosquadre e comunque finora nel 2018 non ha brillato.

Nonostante quest’anno sia aumentato il numero di big che ha preferito andare in Svizzera, per una maggior vicinanza al Tour de France, ci saranno comunque tanti nomi interessanti da tenere d’occhio qui in Francia: pensiamo ad esempio a Warren Barguil, Julian Alaphilippe, Bob Jungels, Marc Soler e Ilnur Zakarin, ma pure Pello Bilbao, David Gaudu, Jelle Vanendert, Guillaume Martin o gli italiani Damiano Caruso e Gianluca Brambilla. Scarso ovviamente il parco velocisti al via, come era facile immaginare vedendo il percorso: il francese Bryan Coquard, i tedeschi Pascal Ackermann e Phi Bauhaus e il giovane olandese Fabio Jakobsen sembrano i migliori sulla carta, ma se ci sarà selezione proverà a dire la sua anche Edvald Boasson Hagen.

La corsa sarà visibile su EUROSPORT 2

Critérium du Dauphiné 2018 il pronostico Prologo T/T

 

 

(Visited 19 times, 1 visits today)