Come e dove vedere tutta la Serie A.

Serie A 2018/19 e Diritti TV: cosa è successo quest’anno

Serie A , dove vederla?” Il campionato che inizia il 18 agosto prossimo sta già alimentando moltissime polemiche ma, per una volta, non sono di natura direttamente sportiva. Il cuore del problema è quest’anno nell’assegnazione dei diritti TV, che ha visto uscire vincitori Sky e DAZN.

Il primo lo conoscete tutti molto bene, mentre DAZN è un’azienda del gruppo Britannico Perform, un colosso molto attivo nella comunicazione sportiva e che con la Serie A vuole fare un salto di qualità.

Non è la prima volta che due piattaforme concorrenti si dividono le partite di campionato. Fino a una quindicina di anni fa erano TELEPIU’ e Stream a dividersi squadre e partite della massima serie. Poi la loro fusione portò alla creazione del brand Sky Italia e, dopo l’avvento di Mediaset Premium, abbiamo assistito a diversi anni in cui due piattaforme offrivano entrambe un pacchetto completo per la Serie A.

La divisione della torta per la Serie A 2018/19

Quest’anno Mediaset si è (almeno inizialmente) fatta da parte, pertanto i diritti sono stati così assegnati per il prossimo triennio:

  • Sky ha acquisito i pacchetti relativi a 266 partite sulle 380 disponibili (compreso il posticipo domenicale e del lunedì e l’anticipo del sabato alle 18:00), per 780 milioni di € complessivi all’anno.
  • DAZN ha acquisito i pacchetti relativi a 114 partite sulle 380 disponibili (anticipo del sabato alle 20:30, lunch match domenicale delle 12:30 e una partita alle 15:00), per 193 milioni di € complessivi all’anno.

In generale l’accordo prevede che, su 10 partite per ogni giornata, Sky ne trasmetta sette e DAZN tre.

Serie A, dove vederla e perché serve una connessione a internet

Fin qui niente di particolarmente nuovo, come detto in precedenza. Il problema è che gli appassionati saranno di fatto costretti a fare due abbonamenti, se vogliono essere certi di guardare tutte le partite della propria squadra del cuore.

A fine anni ’90 il problema era simile ma la diffusione domestica della TV satellitare era molto inferiore. Erano più che altro bar, locali e circoli a doversi dotare di due decoder, uno di Telepiù e l’altro di Stream. In questo caso ci sono anche complicazioni tecniche.

Sky ha un’offerta televisiva satellitare e digitale terrestre, fruibile tramite parabola e decoder ma anche online, tramite computer, dispositivi mobili e Smart TV.

DAZN nasce invece come un servizio in streaming, dunque gli appassionati che vogliono guardare le partite sul televisore di casa dovranno adeguarsi.

Sky, DAZN, Mediaset: servizi, costi e modalità

SKY

Sky ha raggiunto un accordo con DAZN e la app di quest’ultima sarà integrata nei decoder della nuova piattaforma Sky Q, che prevede un decoder da acquistare a parte. Per gli abbonati Sky da più di un anno il prezzo sarà scontato a 7,99€ al mese, per tutti gli altri il costo sarà di 9,99€ al mese.

Per usufruire di SKY Q è necessario l’abbonamento “satellite”, a 34,90€ al mese per i primi 12 mesi (48,60€/mese il prezzo completo). Aggiungendo 9,99€ al mese (o 7,99€/mese per gli abbonati Sky da almeno un anno) si potranno guardare – su Smart TV o dispositivi elettronici come computer, smartphone e tablet – tutte le partite del campionato di Serie A e anche l’intera Serie B (diritti detenuti in esclusiva da DAZN).

MEDIASET PREMIUM

Anche gli abbonati Mediaset Premium potranno vedere in streaming le partite di DAZN, grazie a un accordo raggiunto con la piattaforma. Al prezzo ridotto di 19.90€ mese, gli abbonati di Premium Calcio potranno vedere anche i contenuti esclusivi DAZN, ovvero le tre partite a giornata di Serie A più tutta la Serie B.

Tuttavia ricordiamo che DAZN è fruibile sempre e solo tramite connessione internet. Quindi anche gli abbonati Premium, qualora volessero guardarne i contenuti sul televisore, dovranno almeno dotarsi di una Smart TV.

DAZN

Infine, ecco i prezzi e l’offerta per i clienti DAZN. Abbonarsi costa 9,99€ al mese, con il primo mese gratuito e la possibilità di uscire dall’abbonamento ogni mese, senza preavviso e senza alcuna penale. Si può guardare DAZN sul televisore avendo una Smart TV a disposizione, scaricando la app DAZN, e naturalmente su PC, tablet, smartphone ma anche consolle di gioco come Playstation (3, 4, Pro) e Xbox (One, One S). Sarà possibile guardare le tre partite settimanali di Serie A che DAZN detiene in esclusiva, ma anche tutta la Serie B e probabilmente la Liga spagnola.

Serie A in radio

I diritti radiofonici della Serie A sono rimasti in mano alla Rai, che quindi potrà continuare con il classico “Tutto il calcio minuto per minuto”.

Oltre alle frequenze radiofoniche classiche, “Tutto il calcio” potrà essere ascoltato anche sul web grazie alla app Raiplay Radio.

Serie A e aggiornamenti online

Trenta minuti prima dell’inizio del match potrete consultare il nostro canale Telegram per avere link utili e notizie su dove vedere il match se disponibili online

 

(Visited 21 times, 1 visits today)